Invia tutti gli SMS che vuoi!
SommarioRicerca
PoesieE-Card, Articoli, ScreenSaver, ecc...
Utenti RegistratiArea E-mail

Biodiving: photosub, marine biology, diving school

 « | 821 | 822 | 823 | 824 | 825 | 826 | 827 | 828 | 829 | 830 | » Torna all'elenco 

  Se@News

martedì 30 luglio 2002

Washington - Salve 46 balene, si arenano di nuovo


  
Strano destino quello delle 46 balene pilota sopravvissute al branco di 55 esemplari arenatosi a causa della bassa marea, sulla spiaggia di Cape Cod, in Massachussetts, da cui erano state salvate dagli oltre 400 volontari intervenuti.
Esse si sono arenate nuovamente su un'altra spiaggia della costa orientale degli Stati Uniti.
Nuovamente i soccorsi si sono attivati, ma per le balene, ormai indebolite, non è stato più possibile fare nulla.
Ora ci si interroga sule cause della strage di balene, che si accompagna, peraltro, ad un'altra avvenuta sempre in questi giorni in Australia e ad una singolare moria di calamari avvenuta nei pressi di San Diego.
Secondo i biologi, la causa più probabile sta nel fatto che il capobranco avesse perso l'orientamento, portando l'intero branco a spiaggiarsi.
Secondo il presidente dell'Icram, l'Istituto centrale per la ricerca applicata al mare del ministero dell'Ambiente, Giuseppe Notarbartolo di Sciara, fenomeni analoghi a questo non accadono solo ai giorni nostri, ma sono documentati già nel Settecento. Questo escluderebbe cause attuali a
origine di queste stragi.
La causa più probabile, sempre secondo Notarbartolo di Sciara, sta invece proprio nella perdita di orientamento, seguita poi da uno stato di forte stress e paura, che avrebbe condannato le balene.

Fonte e foto: Corriere della Sera

News controllata da: Alessia COMINI


  Altre Se@News

vai all'Archivio

 « | 821 | 822 | 823 | 824 | 825 | 826 | 827 | 828 | 829 | 830 | » Torna all'elenco 

Hosted by AstraNet

Copyright © 1999 - 2013. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione in qualsiasi formato, e su qualsiasi supporto, di ogni parte di questo sito senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
Sito realizzato da Mauro ROMANO, fotografie dei rispettivi fotografi.
Service Provider AstraNet